Css globale

css globale

logo weim

nomesito

Weimaraner dei
Piccoli Principi

cane header

Standard morfologico

Corpo della pagina

STORIA: 

FCI:

Ci sono numerose teorie circa l’origine del Weimaraner. Solo una cosa è certa: il Weimaraner, che allora aveva una grande percentuale di sangue Leithund, era presente alla corte di Weimar nel primo terzo del XIX secolo.

Verso la metà del secolo, prima che l’allevamento di razze pure iniziasse, l’allevamento era principalmente nelle mani di cacciatori professionisti e guardiacaccia della Germania centrale, principalmente nelle regioni intorno a Weimar e nella Thuringia. Man mano che i giorni del Leithund passarono, i cani vennero rinsanguati con il Huhnerhund e l’allevamento continuò su questa linea. Dal 1890 circa l’allevamento continuò in modo organizzato e la razza venne ufficialmente riconosciuta. Oltre alla variante a pelo corto apparve  verso l’inizio del secolo quella a pelo lungo. Da quando la razza è stata riconosciuta il Weimaraner è rimasta una razza pura, indenne da rinsanguamenti , in particolare con i Pointers.

Il Weimaraner è dunque il più antico cane da caccia tedesco rimasto puro per più di 100 anni.

COMMENTO: 

Nei cenni storici riguardanti il Weimaraner nello standard FCI si afferma e si sottolinea  appunto quanto sia rimasta una razza pura indenne da rinsanguamenti. La purezza e la tipicità, sia dal punto di vista morfologico che dal punto di vista del lavoro, sono dunque due aspetti assolutamente primari di questa razza.

Non si conoscono con certezza tutte le razze che vennero utilizzate per creare il Weimaraner, ma nello standard ne vengono  citate  2:

         -Il Leithund: cane da traccia

         -L’Huhnerhund : cane da ferma

Con questa citazione si intende sottolineare la natura polivalente del Weimaraner, caratteristica  che ha mantenuto fino ai giorni nostri.

La forte influenza di sangue Leithund si riscontra anche nel modo di lavorare del Weimaraner che tende a portare spesso la testa bassa e il naso a terra.

 

ASPETTO GENERALE

FCI:

Cane da caccia polivalente (ferma, traccia, e riporto) di taglia medio-grande,versatile nella caccia. Rispecchia morfologicamente la tipologia del cane da caccia; asciutto, forte , con muscolatura potente e dalle forme armoniose, con marcato dimorfismo sessuale

COMMENTO

E’ un cane da caccia aristocratico, ben muscolato, trasmette una sensazione di grazia ed equilibrio.

I maschi devono essere mascolini e le femmine molto femminili: il sesso deve essere immediatamente individuabile sia a media distanza che al primo colpo d’occhio.

 Tutte le parti del corpo devono essere armoniose. 

 

PROPORZIONI IMPORTANTI 

FCI:

Il rapporto tra la lunghezza del corpo e l' altezza al garrese deve essere di aprossimatamente 12:11.

Testa: la distanza della punta del naso allo stop è leggermente maggiore della distanza dello stop alla protuberanza occipitale.

La distanza del gomito al metacarpo e la distanza della punta del gomito al garrese sono equivalenti. 

COMMENTO:

 E’ leggermente più lungo che alto, con un collo sufficientemente lungo che si inserisce in un garrese ben definito e più alto della groppa. Ha un portamento di coda alto, fiero e un  posteriore ben angolato e muscolato per imprimere maggior potenza nella corsa. Il petto e il torace devono essere ottimamente sviluppati per avere  spazio polmonare, la spalla è muscolosa e ben angolata.

La testa dev’essere ben proporzionata al corpo ed essere in armonia con esso, la canna nasale preferibilmente più lunga del cranio, ma se fosse di pari lunghezza o leggermente inferiore non è da considerarsi un difetto penalizzante.

 

CARATTERE

 

FCI:       

Docile, equilibrato, facilmente addestrabile. Cacciatore versatile, tenace,  appassionato, capace di una cerca perseverante e metodica  e sufficientemente briosa. Pronunciata abilità nella traccia, possiede un attacco pronto e vivace sia sulla preda piccola che su quella grande. E’ un buon cane da guardia senza per questo essere mai aggressivo verso l'uomo. Affidabile cane da ferma e da riporto anche dall’acqua, particolarmente efficace nel lavoro dopo lo sparo. 

           

       

         COMMENTO:

Il Weimaraner non deve dimostrare timidezza, paura, nervosismo e aggressività , in nessuna situazione. In virtù del suo atavico e morboso  attaccamento al padrone, si dimostra essere un buon cane da guardia . Nella valutazione del soggetto và data dunque molta importanza al suo temperamento.

 

MOVIMENTO

FCI: 

ll movimento in tutte le andature deve essere sciolto e ampio, senza sforzo. Arti anteriori e posteriori sono tra loro paralleli. Galoppo lungo e piatto . Al trotto Il dorso rimane dritto. L'ambio è indesiderato

 

TAGLIA E PESO

FCI: 

ALTEZZA AL GARRESE:

         maschi 59 a 70 cm (ideale 62-67 cm);

         femmine 57-65 cm (ideale 59-63 cm)

PESO:

          maschi 30-40 kg;

          femmine: 25-35 kg.      

        

         COMMENTO:

         Lo standard parla molto chiaro al riguardo, ritenendo DA SQUALIFICA soggetti al di fuori di quanto previsto ritenendo difetti importanti la deviazione della taglia o del peso.

Evidenziamo  inoltre l’importanza del marcato dimorfismo sessuale che non solo è citato  nelle generalità della razza dello standard Fci,  ma che è ben evidenziato anche dalle taglie permesse.

 

CORPO

FCI:

LINEA SUPERIORE: Ben definita la linea arcuata che scende dal collo, sopra il garrese. La linea dorsale emerge dal collo leggermente arcuato, prosegue nel garrese ben pronunciato e termina nella groppa sufficientemente lunga e ben ferma

 

COLLO:: Aspetto e portamento  nobile, il profilo superiore leggermente arcuato. Muscoloso, quasi rotondo, non molto corto. Asciutto. Più forte quando si avvicina alle spalle, inserito armonicamente nella linea superiore e nel petto.

         GARRESE: Il Garrese dev’essere ben definito

DORSO: potente e muscoloso. Il dorso leggermente lungo è una caratteristica della razza, non è considerato un difetto.

GROPPA: pelve lunga, moderatamente inclinata.

 

 

 

TORACE: potente ma non esageratamente largo. Sufficientemente profondo arrivando quasi ai gomiti, e sufficientemente lungo. Costole aperte, lunghe, arrotondate ma non cerchiate a botte. Sterno ben sviluppato.

VENTRE:  leggermente rettrato, ma non levrettato.  

 

 

COMMENTO:

 Lo standard è abbastanza vago, afferma che il dorso è leggermente lungo. Questo ha portato ad una grande varietà di tipi riguardo la lunghezza del corpo.

La proporzione tra altezza e lunghezza deve essere  comunque di 12:11 e l’aspetto generale deve  essere armonico, bilanciato, non dando l’impressione di un cane lungo.

 

CODA

FCI: 

attacata leggermente più in basso rispetto ad altre razze simili. Robusta e ben coperta . Portata in basso a riposo, e orizzontalmente o in alto durante il lavoro o in attenzione.

COMMENTO: 

Attaccata un po' bassa, sotto la linea del dorso , più  bassa che nelle altre razze a lui vicine, come il Kurzhaar

 La coda è il prolungamento della spina dorsale ed esce dalle ossa del bacino , di norma in alto, se si richiede che esca più in basso e perché la groppa è più inclinata.

La groppa è più inclinata nei trottatori (es: Bracco italiano 30°)  e meno nei galoppatori (es: Pointer 15/20°)

Per il Weimaraner la groppa sarà più inclinata che nel Kurzhaar  e la coda uscirà di conseguenza un pochino piu' in basso.

Nei soggetti a coda integra deve essere portata elegantemente e deve integrarsi nell’immagine di armonia e bilanciamento generale del Weimaraner.

Code RICURVE che si arricciano sopra la groppa sono dunque da penalizzare.

 

 

ARTI ANTERIORI

FCI:

GENERALITA’: arti "alti", energici, dritti e paralleli ma non aperti.

SPALLA: lunga ed obliqua. Ben aderente al torace, muscolosa. Articolazione scapolare ben angolata.

PARTE SUPERIORE: Inclinata, sufficientemente lunga e robusta.

GOMITI: liberi e paralleli al piano mediano del corpo. Nè aperti nè chiusi.

AVAMBRACCIO: lungo, dritto e verticale.

ARTICOLAZIONE METACARPINA: forte e tesa.

METACARPO: energico, leggermente inclinato.

PIEDI ANTERIORI: Solidi e forti. In posizione verticale rispetto al centro mediano del corpo. Dite arcuate. Il dito più lungo di mezzo è una caratteristica della razza e non è un difetto. Unghie grigio chiaro o scuro. Cuscinetti plantari ben pigmentati,ruvidi.

COMMENTO: 

Gli appiombi anteriori quando visti dal davanti devono essere dritti.

Quando visti di profilo devono essere perpendicolari dal ginocchio alla caviglia

 

ARTI POSTERIORI

FCI:

GENERALITA’: "alti", energici, muscolosi. Paralleli, ne aperti ne chiusi.Parte superiore: sufficientemente lunga, ben muscolosa.

GINOCCHIA: robuste e tese.

PARTE INFERIORE: lunga, tendini chiaramente visibili.

ARTICOLAZIONE DEL GARRETTO: forte e tesa.

GARRETTO: energico, quasi in posizione verticale.          

PIEDI POSTERIORI: raccolti e solidi, assenza del 5° dito. Del resto come piedi anteriori.

 

COMMENTO:

Il posteriore deve essere muscoloso e  ben angolato.

Per angolazione del posteriore si intende la relazione degli angoli tra pelve , femore, tibia, metatarso e piede.

Il posteriore è il motore di un cane da caccia e quindi un posteriore ben angolato e muscolato è in grado di dare la spinta e la forza necessaria ad un movimento energico e vigoroso    

 

 

TESTA

FCI:

REGIONE CRANIALE: in equilibrio con la taglia e con la dimensione della regione facciale. Più larga nei maschi che nelle femmine, eppure in entrambi il rapporto tra la larghezza della regione craniale e la lunghezza totale della testa deve essere in buona proporzione. Lieve solco mediano che si estende dal cranio alla fronte. Osso occipitale leggermente o mediamente pronunciato. Zigomi facilmente palpabili piatti e ben inseriti.

 

STOP: molto lieve

 

MUSO: nel maschio lungo e particolarmente potente , di aspetto quasi quadrato quando visto di profilo. Mascelle senza differenza tra la porzione dei canini e quella dei molari. Canna nasale dritta, a volte leggermente convessa, ma mai concava

 

MASCELLE: potenti.

 

GUANCE: muscolose, ben definite.Asciutte e ben sculpite. Testa asciutta.

 

TARTUFO: apertura nasale larga, sporgendo soppra la mandibola inferiore.Di colore carneo intenso, diventando superiormente grigiastro.

 

LABBRA: moderatamente profonde e di colore roseo-carneo intenso, ben come il palato. Con connessure labiali poco pronunciate

 

DENTI: dentatura completa, uniforme e forte. Denti superiori e inferiori si toccano, chiusura a forbice.

 

OCCHI: colore ambra, dal chiaro a scuro. Azzurro nel cucciolo. Espressione intelligente. Tondi , ma a volte leggermente a mandorla. Palpebre aderenti agli occhi.

 

ORECCHIE: larghe, lobulari, abbastanza lunghe, quasi arrivando all'angolo della bocca. Attaccatura stretta in alto. Arrotondata in punta; piegata. Quando in attenzione leggermente girata in avanti.

COMMENTO:

Per completare l’immagine di grazia, stile e nobiltà, la testa deve essere piacevole, con espressione intelligente e in buona proporzione con il resto del corpo. Anche in questo caso il maschio deve essere mascolino e la femmina femminile. Lo stop deve essere moderato ma dà l’impressione di essere marcato a causa delle arcate sopraciliari prominenti. Il Cranio è segnato da una linea mediana. Gli zigomi devono essere marcati, dando l’impressione di una testa “cesellata”.

 

 

COLORE

FCI:

Grigio argento, capriolo o sorcino e loro tonalità intermedie. Testa e orecchie in generale leggermente più chiare. Sono ammesse sul petto e sulle dita macchie bianche solo se piccole. Casualmente sulla linea dorsale compare una striscia più o meno definita di colore più scuro. Cani che presentano segni giallo-rossici ben definiti devono riccevere soltanto il giudizio "buono". Macchie marroni sono un difetto grave.

 

COMMENTO: 

Il grigio, nelle sue varie sfumature è l’unico colore ammesso. E’ un grigio talpa.Macchie bianche sul petto più grosse della dimensione di un pugno comportano la squalifica. Il Blu non è un colore ammesso.Focature tipo doberman non sono ammesse Nella muta possono apparire chiazze più scure che spariranno al completamento del cambio del pelo

 

MANTELLO

FCI: 

 

PELO CORTO: corto, però più lungo e più spesso di quasi tutte le altre razze simili; il mantello è fitto, morbido senza sottopelo oppure molto scarso e sparso

 

PELO LUNGO: il pelo è lungo, morbido, liscio o leggermente mosso. Lungo il margine delle orecchie il pelo è lungo e mosso, con o senza frange, e alla loro estremità è ammesso anche il pelo più soffice. Sugli arti il mantello forma dei "calzoni" con frange (3-5 cm)  che decrescono verso il basso; la coda è portata a bandiera ed anch’essa è ricca di frange. Ciuffi di pelo spuntano dagli spazi interdigitali. Nei soggetti di patrimonio genetico misto, il mantello è costituito da sottopelo e da un pelo di copertura duro e ruvido, di media lunghezza.

 

 

DIFETTI GRAVI

FCI:

Tutte le eccezioni alle sudette caratteristiche di razza sono da considerare dei difetti che verrano penalizzati in base alla loro gravità: Chiara deviazione del tipo. Caratteristiche sessuali atipiche. - Gran deviazione delle proporzioni. - Lieve precarietà di temperamento. - Gran deviazione della taglia e i suoi rapporti. - Regione facciale: Grosse deviazioni esempio: mascelle troppo massicie, muso troppo corto o troppo a punta. - Mandibole e denti: Mancanza di più di due pre molari o molari. - Occhi: Lieve difetti delle palpebre.Sopratutto difetti unilaterali. - Orecchie: Definitivamente corte o lunghe, non piegate. - Giogaia, gran deviazione nella forma e muscolosità del collo. - Dorso: Linea dorsale insellata o curva. Groppa superiore al garrese. - Torace e addome: torace a forma di barrile. Poco profondo o poco lungo.Addome arrettrato. - Organi sessuali: qualsiasi deviazione nella forma,consistenza o dimensione. - Grosse anomalie, esempio: mancanza di angolazione, gomiti aperti, piedi all' in fuori. - Arti vaccini o cagnoli molto evidenti. - Cattivo movimento nei diversi tipi, anche mancanza di scioltezza, guida e passo. - Mancanze grave, esempio, pelle molto sottile oppure molto grossolana. - Mantello misto dalle varietà definite dello standard. - Mancanza di peli nell'addome. Presenza sparsa e ampia di peli lanosi nel Weimaraner a pelo corto, o mancanza di peli l lanosi oppure presenza di peli ricci nel Weimaraner a pelo lungo. - Altre tonalità che non grigio, tal come giallastro o marrone. Segni marroni. - Deviazioni della altezza e del peso- Altri difetti gravi

DIFETTI SQUALIFICANTI

FCI:

- Completamente atipico, soprattutto struttura troppo pesante o troppo leggera. - Fuori proporzioni. - Difetto di temperamento, esempio, nervosismo o timidezza. - Testa assolutamente non in tipo, esempio, molossoide. - Regione facciale: Assolutamente atipica, esempio cana nasale completamente convessa. - Mandibole e denti: Prognatismo superiore o inferiore, mancanza di più denti di quelli nominati soppra. - Occhi: Ectropio, Entropio. - Orecchie: Assolutamente atipica, esempio, troppo distanti tra di loro. - Giogaia troppo abbondante. - Dorso: Insellatura o curvatura molto evidente.Groppa più alta del garrese. - Petto e addome: Torace malformato o marcatamente a forma di barrile.        - Organi sessuali: Monorchidismo, Criptorchidismo. - Arti malformati o esili. - Displasia dell'anca. - Movimento contratto in tutte le sue forme. - Difetti di pelle o malformazioni. - Perdita parziale o totale di peli. - Colore diverso dal grigio. Macchie brunastre molto estese. - Macchie bianche oltre che al petto e piedi. - Taglia definitivamente superiore o inferiore. - Altre malformazioni. Malattie delle quale è conosciuta l'origine ereditaria come per esempio: epilessia.

NB: i maschi devono avere due testicoli apparentemente normali e completamente discesi